Venezia è una città che non smette mai di stupirmi. Sono diversi anni ormai che torno in questa città e ogni volta è come se fosse la prima volta. Lo stupore è un dono meraviglioso come la curiosità, la curiosità che mi spinge ogni anno a tornare, per addentrarmi nei meandri della città, per scoprire passo dopo passo qualcosa di nuovo, per ripercorrere magari lo stesso vicolo e trovare qualcosa che non avevo mai scorto. Ogni volta osservo con un occhio diverso e mi fermo a fotografare quei dettagli pieni di vita che tanto mi colpiscono. Venezia è una città unica al mondo, Venezia è l’acqua, diceva Carlo Scarpa. Bisognerebbe visitarla quando c’è l’alta marea, solo così si riesce ad assaporare la città nella sua vera essenza.

Scatto rigorosamente in bianco e nero, utilizzando una vecchia Yashica a rullino di mia madre. Scatto per fermare il tempo, gli attimi che vorrei che durassero per sempre.

Testo e fotografie di © Beatrice Uva