di Priscilla Nutshell

“Aesthetic Trial” ovvero “Processo Estetico” è un progetto fotografico che nasce dall’idea di una nuova sperimentazione dell’estetica, che vede coinvolte due diverse sfere artistiche, quella della fotografia e quella della moda.

L’asse dell’estetica e di conseguenza tutto ciò che ne consegue, come la moda, il design e l’arte in generale, si è spostato negli ultimi tempi verso una diversa concezione di bellezza che si basa su decostruzione, stratificazione, contrasto, “cattivo gusto che diventa buon gusto”.

L’idea che se ne ricava, citando la stilista Bibi Esposito, che ha lavorato a questo progetto, è una “decontestualizzazione” dello styling: “ L’abito che esce dal suo concetto reale estetico, l’uso delle trasparenze qui non rappresenta più il vero e proprio abito che serve a coprire il corpo di una donna ma diventa lo scheletro stesso di ciò che rimane dell’idea di abito. Tutto diventa volutamente mixato, gli abiti, i colori, gli elementi aggiuntivi, il makeup ”.

Anche il soggetto interagisce in maniera diversa dal solito, ha un posing alienato dal contesto, contrastante con gli abiti che lo vestono, le espressioni non hanno precise intenzioni, non c’è racconto, solo estetica.

La fotografia anch’essa non vuole osare, è per lo più espressione concettuale e minimale di ciò che accade. Non c’è ricerca dietro l’apparenza ma è l’apparenza stessa a diventare la trama più profonda.

 

 

 

 

 

Ringrazio Francesca Stelladiplastica Pellegrini per aver reso possibile questo progetto, e naturalmente Bibi Esposito allo styling e Sara Onori al makeup.