di Chiara Andolina

Quanti di voi hanno sentito mai parlare di una cena pop up? Sicuramente pochi, posto che sono nate non più di 10 anni fa ed in Italia, come spesso accade, tardano ad arrivare. Ma ecco che arriva la Famiglia Desayuno pronta a farcele scoprire.

Sono Chiara Fici e Claudia Fauzia le donne fuori dall’ordinario di questa settimana. Hanno portato a Palermo e all’estero il loro Sabor Colombiano, permettendo a chi vi partecipa una esperienza non solo gastronomica, ma anche visiva, grazie alla mostra fotografica, e sonora attraverso il sottofondo musicale tutto colombiano.

In cosa consiste una cena Pop Up?

Si chiamano Pop Up restaurant, letteralmente ristoranti animati, nel senso che prendono vita, inaspettatamente, dal nulla. È questo il concetto dietro ai ristoranti temporanei, fenomeno che da quasi un decennio sta spopolando soprattutto all’ estero e che anche in Italia sta lentamente emergendo.
Appaiono nei luoghi più impensati, librerie, gallerie d’arte, negozi, parchi naturali, dentro ristoranti già esistenti.

I primi ristoranti temporanei nascono a partire dal 2006 negli USA. In Europa è stata Londra ad essere pioniera dei pop up e degli chef itineranti. L’Italia, a causa della eccessiva severità e burocrazia in materia di licenze, ha cominciato ad accogliere il fenomeno dei ristoranti temporanei nella sua accezione più sofisticata ed esclusiva, dando vita negli ultimi tempi ad esperienze culinarie che mettono insieme cultura, arte e design.

Chiara e Claudia, sono promotrici di questa nuova cultura, offrendo una cena in cui le tradizioni culinarie latino-americane ci accompagnano lungo un viaggio in Colombia.

Il progetto si compone sì di una parte intimamente legata al cibo, ma anche di un’altra connessa ad un progetto fotografico chiamato “Dietro la Maschera“.

“Dietro la Maschera” è un progetto interamente al femminile che riunisce le immagini raccolte tra il 2013 e il 2016 in varie regioni della Colombia da Claudia Fauzia, Amélie Louys e Giulia Candussi.
Più che una mostra fotografica, questo progetto vuole essere un viaggio attraverso un mondo che pensiamo di conoscere, ma che invece è in rapido cambiamento e quindi molto difficile da comprendere.
La Colombia è un paese che da tempo immemore porta sulle sue spalle il peso degli stereotipi e dei pregiudizi con cui è stato dipinto, anche a causa dell’influenza dei media internazionali. Ora questo paese sta cercando di riconquistarsi il diritto di ricominciare, di togliersi di dosso la “maschera” e mostrare il volto che per troppo tempo è rimasto all’ombra dei narcotrafficanti e della violenza degli anni ’80.

La Colombia ha diritto alla Pace.
Il potenziale nascosto della Colombia si trova all’ombra dei media internazionali, in piccole organizzazioni, cosi come in singoli individui, che giornalmente cercano di ristabilire un contatto con la madre terra e preservare le tradizioni ancestrali ed indigene, che puntano a far crescere la coscienza ambientale collettiva, che lottano contro lo sfruttamento del territorio e che promuovono un tipo di turismo sostenibile.
“Dietro la Maschera” vuole essere una testimonianza visiva di queste piccole realtà e della bellezza e varietà di questo grande paese, attraverso lo sguardo sensibile di tre fotografe che per diverso tempo hanno vissuto in Colombia a contatto con le comunità locali.

Il leitmotiv di tutti questi progetti è portare in Europa un’immagine quanto più autentica di questo paese tanto strumentalizzato dai media…ed è così che sono giunte alle cene PopUp .

Chi sono Chiara e Claudia?

 

Sabor Colombiano è il titolo della cena pop up organizzata da queste due donne, sicuramente fuori dall’ordinario.La loro storia si può descrivere in tre parole: viaggio, gastronomia e amore. Sabor Colombiano nasce da un viaggio che le ha portate a visitare compiutamente la Colombia e grazie al quale si è dato inizio alla loro straordinaria storia d’amore.

Claudia partecipava ad un progetto che prevedeva un periodo di trasferta, proprio in Colombia, per approfondire il tema della Comunicazione contro la violenza di genere. Un articolo pubblicato sulla rivista inglese Bristol 24/7 riporta le parole di Chiara che, non appena apprese che Claudia sarebbe stata lontana da lei per un bel po’ di tempo, disse: “I realised I was in love. ​So I took all the money I had and bought a ticket to Colombia to joinher” (Ho realizzato di essere innamorata. Allora ho preso tutti i soldi che avevo e ho comprato un biglietto per la Colombia per raggiungerla).

Così, dopo pochi mesi, erano dall’altra parte dell’oceano e innamorate. Tornarono a casa con la ferma convinzione di poter portare un po’ di Colombia nel mondo e pensarono di organizzare delle cene “Pop up” colombiane in Europa.

Palermo fu subito entusiasta di accogliere la proposta e prepararono il loro primo evento che fu davvero esilarante. Mangiare cibo colombiano, alzare gli occhi al cielo e guardare le fotografie di quei luoghi, ascoltando la musica colombiana è una esperienza davvero unica. La stessa cena fu organizzata anche a Bristol, in Inghilterra, ed ebbe molto successo.

Questa è la storia di due donne coraggiose, piene di vita e amore che riescono a conquistare tutti con i loro sorrisi.

Adesso, ritornano il 27 dicembre nuovamente a Palermo, presentando questa volta un aperitivo pup up, sembra firmato Sabor Colombiano. L’evento si svolgerà al “Ballarak”, nel quartiere storico di Ballarò in via Saladino n. 7 dalle ore 19.00.

Un’ottima occasione per tuffarsi in una nuova esperienza che abbraccia tutti i sensi.

Per maggiori info visitate il sito web saborcolombianocc.weebly.com