Viaggiare durante una pandemia globale, scatenata dal coronavirus, è impossibile, ma per fortuna, come ben sappiamo noi amanti dei libri e dell’universo digitale, la fantasia e, oggi anche la tecnologia, ci permettono per fortuna di viaggiare comunque, pur restando fermi a casa.

Da Hong Kong a Firenze, da New York a Melbourne, la rete e i social network hanno ormai accorciato le distanze e, a volte, addirittura azzerate. Pensiamo, ad esempio, alle dirette streaming o alle videocall e, ancora, alla semplice possibilità di inviarsi messaggi e scambiarsi email, foto e documenti da una parte all’altra del mondo nell’arco di pochi secondi. Una rivoluzione, quella digitale, che ha investito ogni settore esistente, fra cui, ovviamente, quello della fotografia e dei viaggi.

Tantissimi sono infatti i fotografi di viaggio, professionali o amatoriali, che ogni giorno condividono con tutti gli altri utenti milioni di contenuti sui social network. Si tratta spesso di video e foto scattate durante i loro viaggi avventurosi in giro per il mondo. Nell’attesa di tornare anche noi a visitare le nostre amate città e ad ammirare gli splendidi paesaggi del nostro pianeta, possiamo consolarci viaggiando (con gli occhi si intende) attraverso i loro scatti sensazionali, che da un momento all’altro ci catapultano in metropoli affollate, fra la natura più selvaggia o negli angoli più remoti della Terra.

 

@robertopovero

Roberto è un giovane fotografo di Bassano del Grappo specializzato in fotografia urbana e street. In particolare, i suoi scatti ci regalano immagini delle più belle città italiane, immortalate all’alba, quando appaiono ancora silenziose o addormentate, o al tramonto, quando si accendono le prime luci della sera.

@dchantie

Donald Chantravel photographer residente ad Hong Kong, nelle sue foto cattura l’anima più caotica e vibrante delle più grandi e affollate megalopoli del mondo. Da New York a Singapore, da Pechino a Tokyo, Donald ci regala veri e propri affreschi digitali della nostra “società liquida”.

https://www.instagram.com/p/B0OByS5Hp-8/

 

@yk

Il giovane fotografo di Singapore, Yik Keat, ci offre invece scatti sospesi e misteriosi, quasi atemporali, che ci raccontano molto bene il senso di alienazione e solitudine delle nostre vite nella società iper-globalizzata.

@demas

Demas Rusli, fotografo/designer residente a Sydney, in Australia, con i suoi incredibili scatti, ci teletrasporta in un mondo fatto di colori vividi e sgargianti, dove non esistono barriere o distanze impossibili da colmare.

https://www.instagram.com/p/B9oTAzFHqGY/

@airpixels

Il fotografo e creativo di Stoccolma, Tobias Hägg, ci mostra, invece, i paesaggi freddi e inospitali dell’estremo Nord, fra ghiacci, neve e temperature artiche, in una vera e propria sfida di sopravvivenza. Qui è la natura l’unica, indiscussa, protagonista.

https://www.instagram.com/p/B-PGYyijhsC/

 

@billydeee

Artista e fotografo di New York, Billy Dee è un vero e proprio maestro della fotografia che, attraverso i suoi scatti, ci racconta storie ambientate nelle grandi metropoli americane ed europee. Consigliato per gli amanti dei film e dell’arte della fotografia cinematografica.

View this post on Instagram

You’re a distant memory

A post shared by ʙ ɪ ʟ ʟ ʏ ᴅ . (@billydeee) on

 

@kaiziehl

Per gli amanti del bianco e nero e dei grandi paesaggi urbani contrapposti alla “piccolezza” umana, il fotografo di Amburgo (Germania) Zai Kiehl è quello giusto. Studio maniacale della composizione, personaggi solitari in un’atmosfera sospesa e fuori dal tempo fanno di questo fotografo un maestro senza eguali.

@mary_quincy

Concludiamo la nostra lista con Mary Quincy, fotografa di viaggi francese che ci riempi gli occhi e l’anima di bellezza e di vitalità. I suoi scatti, infatti, sono contraddistinti da colori luminosi e brillanti che ci riscaldano il cuore e ci mettono di buonumore anche nei momenti più bui e difficili, come quello che stiamo vivendo.

https://www.instagram.com/p/B-C5JrLACoO/

© riproduzione riservata