a_decorazioni-domestiche-ad-ubud_valeriorennola

Decorazioni domestiche ad Ubud

Un viaggio a Bali vuol dire immergersi in una cultura e paesaggi unici che meritano non pochi momenti di silenzio e stupore, grazie al suo animo sacro e autentico che pochi luoghi al mondo ancora conservano. Date le ricche fonti d’acqua, l’isola diventa così un polmone verde, che custodisce in se qualunque tipo di vegetazione e fauna tropicale, risaie, cascate, giungle e per non finire l’oceano indiano con le sue calde acque. I balinesi sanno accogliere i visitatori nei migliori dei modi, con una gentilezza che anche solo con uno sguardo fa crescere un sorriso a chi hanno davanti. Condividono la loro storia e le loro usanze con il prossimo cercando di aprire le porte delle proprie case per mostrare la loro quotidianità e il loro semplice ma straordinario modo di vivere.

b_percorso-religioso-verso-il-tempio-di-tanahlot_valeriorennola

Percorso religioso verso il tempio di Tanahlot

Ogni giornata inizia con un un pensiero alla divinità, espresso con una preghiera e un’offerta, composta da piccoli cestini di riso e fiori posti sui templi familiari o fuori dalle abitazioni. L’idea più comune è quella di cercare di essere una brava persona con gli altri cosicché anche il prossimo lo sarà con me, quindi condividere la positività e cercare un sorriso in ogni giorno. Per loro è molto importante la coesione tra i popoli e comunione tra le religioni, poiché ritengono che non importi la forma o l’idea con il quale il dio si manifesta, ma il percorso che l’uomo compie per raggiungere il suo punto di arrivo. Non è difficile trovare nei centri religiosi un tempio al dio induista accanto ad una moschea o un tempio in memoria del Buddha, creando cosi un percorso culturale unico nel suo genere. Luoghi unici come il tempio di Ulun Danu Buyan, sospeso in un lago vulcanico come se lievitasse a filo dell’acqua, e il tempio Tanahlot costruito in una scogliera naturale, in cui i monaci rimangono isolati nell’oceano durante l’alta marea, per allontanarsi dalla quotidianità e porgere la propria preghiera al dio con un esperienza al massimo della meditazione.

c_tempio-ulun-danu-buyan_valeriorennola

Tempio Ulun Danu Buyan

Il centro culturale dell’isola è intorno alla città di Ubud, in cui si conservano i tradizionali laboratori di argenti e ‘Batik’, stoffe tessute e dipinte a mano, il mercato delle arti in cui si è travolti dai venditori ambulanti, e le immense risaie che circondano la città, in cui è possibile perdersi nei propri pensieri passeggiando.

d_danza-al-templo-uluwatu_valeriorennola

Danza al tempio Uluwatu

Di certo si viaggia a Bali per assaporare l’anima culturale di questo Paese, ma date le temperature tropicali durante tutto l’anno e la presenza dell’oceano, l’isola è un centro attrattivo per il surf con spiagge, come Duble Six Beach a Seminyak e Balangan Beach a Padagan Bay, che meritano una visita anche solo per un pranzo con burger, france fries e ‘Bitang’, birra chiara indonesiana, e per assistere alle competizioni e gare dei surfisti, nonché prendere lezioni o affittare tavole. Per i più avventurosi ci sono escursioni sui vulcani attivi presenti nell’isola, visite alle cascate Git Git e, contrattando un buon prezzo per il passaggio in traghetto, raggiungere le isole Gili, spettacolo naturalistico unico per il fondale marino e la barriera corallina eccellente per gli sport acquatici, che permettono a pochi metri dalla riva di trovarsi in un mondo meraviglioso che pochi acquari riescono a mostrare!

e_balangan-beach-a-padagan-bay_valeriorennola

Balangan Beach a Padagan Bay

Bali non è assolutamente quello che ci si aspetta: è un indescrivibile contenitore di emozioni che chi ha avuto la fortuna di visitare non riuscirà a dimenticare facilmente e che porterà sempre nel proprio cuore.

f_foresta-delle-scimmie-ubud_valeriorennola

Foresta delle scimmie, Ubud

 

Photo credits: ©ValerioRennola