L’estate è finita e lo si capisce dal sole che scompare presto e le foglie che iniziano a spogliarsi del verde e vestirsi di sfumature marroni. La scuola, l’università e il lavoro ricominciano a scandire le giornate e la maledetta quotidianità cerca il sopravvento sulle settimane.
Eppure esiste un modo per fuggire. Si può rimanere vivi e riempire i giorni di sensazioni nuove ed emozioni vere. E per fortuna esistono i voli low cost. Ecco allora che arriva Madrid, capitale spagnola a sole due ore di volo Ryanair da Roma. Ecco il modo per scappare dalla quotidianità.

Vista dall’ultimo piano del El Cortes Inglés

Non vi aspettate il mare perchè la città è situata esattamente al centro del Paese e dalla sua posizione centrale padroneggia sulla nazione. Al contrario troverete tanti mercati dove immergersi nei profumi e i sapori delle tapas spagnole, bevendo litri di birra Mahou. Madrid è una città affascinante, un mix totale tra antico e moderno con un grande patrimonio artistico e parchi dalla bellezza dirompente.

Entrata di El Retiro

A tagliarla nel mezzo c’è la Gran Via, da molti considerata la Broadway spagnola, dove si susseguono negozi di alta moda, teatri e ristoranti di lusso. Per ammirarla dall’alto vi diamo un suggerimento gratuito, entrate al centro commerciale “El Cortes Inglés” e salite all’ultimo piano. Poi, affacciatevi.

Gran Via vista dall’alto

La bellezza di questa città sta anche nella facilità con cui si riescono a raggiungere tutti i luoghi d’interesse, per questo è perfetta per una fuga nel weekend.
A Puerta del Sol troverete la statua di un orso, simbolo di Madrid, che ruba la scena ai vari venditori ambulanti vestiti da personaggi famosi e cartoni animati.
Plaza Mayor, un tempo nota come palcoscenico della Santa Inquisizione, oggi è una piazza chic e cosmopolita dove molti artigiani vendono le proprie opere e i più romantici cercano spazi liberi dove chiudere i lucchetti del proprio amore.
D’obbligo è anche il Palazzo Reale che giganteggia maestoso nella parte ovest del centro città e che merita una visita anche solo per innamorarsene da fuori e camminare tra i suoi Giardini di Sabatini.

Le cose da vedere sono molte, ma tutte molto vicine tra loro, come Plaza de Cibeles e Puerta de Alcalá o i vari Museo del Prado, Museo Reina Sofia e Museo Thyssen-Bornemisza, dove si susseguono opere di grandi artisti come Goya, Tiziano, Caravaggio, Van Gogh e Picasso. Per questo, invece che un elenco di cose da vedere il consiglio migliore che possiamo darvi è: perdetevi!

A Madrid ci si deve perdere, si deve smettere di guardare l’orologio e godersi il sole. Sedetevi in quel chiosco all’aperto e assaporate il tempo scorrere lento. Entrate nei tanti mercati e mangiate come dei veri spagnoli, impiegando ore e parlando di qualsiasi cosa vi passi per la testa.

Alzate la testa e cercate sui tetti vicino a Plaza Mayor la statua di un uomo alato che intruppa in un palazzo. Abbassatela e scovate il Paseo de la Fama, con le stelle di Pedro Almodovar e Penelope Cruz sul marciapiede. Chiedete a un anziano barbuto dove mangiare la miglior paella della città e fatevi indicare La Barraca, che forse diventerà la miglior paella della vostra vita. Andate a caccia del Palazzo di Cristallo al parco El Ritiro, cercate la panchina con la miglior visuale, sedetevi e innamoratevi. Correte e dedicate un tramonto al Tempio di Debod, perchè le foto varranno la fatica di interrompere il flusso di birre che avevate ordinato in quel chiosco all’aperto. Lasciatevi stupire, al resto ci penseranno la gente, il sole e i colori.

Madrid è come quando rivedi quegli amici che non vedevi da 8 anni e ti sembra di conoscerli da sempre. Ti rimane dentro perché è viva, è piena, è colorata.
Talmente tanto che vorresti perdere quel maledetto aereo di ritorno.

© riproduzione riservata