La località più a ovest sulla costa meridionale di Gran Canaria, Puerto de Mogàn, è un piccolo villaggio davvero caratteristico.
Antico porto di pescatori, oggi cittadina balneare dove trascorrere vacanze all’insegna della tranquillità, Puerto de Mogàn dispone anche di un porto turistico all’avanguardia.
Gli abitanti del posto la chiamano “pequeña Venecia” per la rete di ponti e canali che si trovano poco distanti dal mare.
L’architettura delle abitazioni è particolare: strade strette, piccole case, balconi in ferro battuto, muri bianchi e porte e finestre colorate.
La parte alta della città è quella più antica, la parte bassa, a ridosso sul mare è la zona turistica.
Playa de Mogàn è una spiaggia accogliente e tranquilla, riparata dalle scogliere, attrezzatissima a livello di servizi.

Puerto de Mogàn è una delle località in Europa che registra il maggior numero di giornate di sole durante l’anno. Probabilmente l’ottimismo, la calma e l’allegria degli abitanti deriva da questa caratteristica!
La flora del luogo è di grande interesse per i botanici: numerose specie di piante endemiche come i tabaibales abitano il Massiccio del Sud ovest, favolosa meta per il turismo paesaggistico.
A differenza delle altre località turistiche canarine, Puerto de Mogàn non è adatta a chi cerca una vacanza all’insegna di festini, divertimento e vita notturna.
Carente su questo aspetto, rappresenta la meta migliore per gli amanti della natura incontaminata, della tranquillità e della quiete.

L’acqua limpida oceanica, la sabbia scura di origine vulcanica e la varietà di pesci da ammirare rendono la spiaggia di Mogàn il luogo ideale per gli amanti dello snorkeling.
Vi è inoltre la possibilità di visitare i fondali marini dall’interno di un simpatico sottomarino giallo, o di passare un po’ di tempo su una barca per la pesca d’altura, alla ricerca di tonni dalle dimensioni record.

Puerto de Mogàn è la meta delle vacanze chic, punta sulla qualità dei servizi anziché sulla quantità.
I prezzi per il pernottamento e il cibo sono leggermente più alti rispetto alla media dell’intero arcipelago, ma parliamo di una vera e propria oasi di pace.

Passeggiando per le vie del centro, ci si imbatte nella Chiesa di San Antonio, costruita nel 1814.
La cittadina è davvero legata ai culti religiosi, soprattutto quelli dei due patroni:

San Antonio el chico, festeggiato a giugno, con la partecipazione di numerosi gruppi folkloristici che ballano danze popolari, mentre i locali si recano in pellegrinaggio offrendo frutta e prodotti della terra. La festa termina dopo una settimana, con la processione del santo in tutte le strade della città.

San Antonio el grande, che si celebra la prima domenica di agosto, è una ricorrenza sentita che risale a più di 200 anni fa, quando l’isola fu preda di una piaga di locuste e gli abitanti del luogo si affidarono al santo per salvare le coltivazioni devastate.

Nel mese di luglio si festeggia la Virgen del carmen, festività in cui diverse imbarcazioni scortano una statua della Madonna da una parte all’altra delle coste del municipio.
Si tratta di una festa colorata, davvero sentita, per ringraziare la Vergine, protettrice dei marinai.
A seguito di questa processione marittima, si rientra nel porto e cominciano i festeggiamenti in piazza, in onore delle origini marinare del luogo.

A soli 20km da Puerto de Mogàn, troviamo la Riserva naturale speciale delle Dune di Maspalomas.
Si tratta di un piccolo deserto che si estende per 25km², alternato da un palmeto e da una laguna salata.
La varietà degli ecosistemi in un ambiente così ristretto ha dell’incredibile.
Le sabbie “vive”, composte da sedimenti marini, si muovono e cambiano di posizione continuamente: la causa principale è il vento che soffia su tutta l’area.

È appena iniziata la primavera, e noi di Artwave abbiamo già voglia di vacanze: il periodo migliore per visitare Gran Canaria (e Puerto de Mogàn) va da maggio a settembre, ma è importante ricordare che nell’isola le temperature sono sempre alte.
Attenzione alla tintarella: alle Canarie è davvero facile abbronzarsi, altrettanto facile scottarsi. I must-have nella valigia sono crema solare e occhiali da sole!

© riproduzione riservata